Il desiderio di scoprire...
La voglia di emozionare...
Il gusto di catturare...
Tre concetti che riassumono l'arte della fotografia.

Helmut Newton


Lettori fissi

venerdì 24 aprile 2009

POSTA ELETTRONICA


Possiamo dire che la tecnologia è una gran bella cosa...Una volta per spedire una lettera ci voleva: carta da lettera, busta, francobollo, cercare una buca per le lettere, imbucare ed attendere che la missiva arrivasse a destinazione.
Adesso basta avere una connessione ad internet, un computer, un gestore di posta elettronica e ... Basta premere "invia", magicamente la lettera formato digitale farà il giro del mondo in un secondo, arrivando a destinazione. Fino a quando, non ti compaiono questi messaggi:
"MAILBOX FULL" "BAD DESTINATION MAILBOX ADDRESS" "USER UNKNOW" "MESSAGE TOO BIG" "OTHER OR UNDEFINED NETWORK OR ROUTING STATUS"
In questo caso, chi se la cava con l'inglese e anche un po' a senso può capire cosa sta succedendo.
Quando i messaggi sono invece di questo tipo :
server: '-ERR [AUTH] invalid user or password', Porta: 110, Protezione (SSL): No, Errore del server: 0x800CCC90, Numero di errore: 0x800CCC92 ,
Errore socket: 10060, Numero di errore: 0x800CCC0E ,
Protezione (SSL): No, Errore socket: 11001, Numero di errore: 0x800CCC0D, ect, ect... Se non sei minimo il direttore della NASA, rimpiangi penna , calamaio e leccata di francobollo!!!

4 commenti:

zucca e rosmarino ha detto...

Ci sono volte che li rimpiango davvero,una bella stilografica ad inchiostro verde, carta di Firenze coi ricami in oro e attenzione all'errore...che il bianchetto sul giallo ocra stona...vuoi mettere??
Quando scrivo a qualcuno uso i metodi trdizionali, francobollo e al limite gocia di profumo: tutta un'altra storia...
Giusto oggi pensavo di fotografare una buca delle lettere...fosse telepatia?! :-)

sirio ha detto...

... e non c'è pericolo di spam o che ti becchi il virus del momento che circola!!

L'immediatezza "paga dazio", come si dice.

Ciao Pino, buona serata!

Milla ha detto...

Me la cavo abbastanza bene fra i vari problemucci della posta elettronica , ma rimpiango spesso la vecchia maniera, meno impersonale, più vera e a volte più ragionta... con la mail è tutto più veloce, scrivi, mandi, a volte rileggi sbadatamente....prima leggevi e rileggevi, poi magari dimenticavi di spedirla e quindi se avevi scritto una lettera di insulti in un momento di rabbia a quel punto avevi sbollito e la buttavi... stai a vedere che alla fine si litigava di meno!!!

giardigno65 ha detto...

non basta nemmeno l'inglese, niente nostalgie certo, ma un amico di penna a cui scrivere ci vuole sempre